Ovada

Alto Monferrato

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Casaleggio Boiro

Citato in un documento di donazione al monastero di Santa Maria di Castiglione, appartenne agli Obertenghi di Parodi. Nel 1164, Federico Barbarossa ne confermò il possesso al marchese di Monferrato Guglielmo il Vecchio. Feudo, nel 1435, di Francesco Sforza passò poi agli Spinola che lo tennero sino al 1705.

Centro agricolo dell’Alto Monferrato, Casaleggio Boiro è situato nel cuore dell’Appennino Ligure, in prossimità dell’antica “strada del sale “ per Genova. Le sue origini molto antiche risalgono all’anno 1000 e ne è testimone il castello, appartenente ai conti Guiglia, abbarbicato su un dosso a guglia che gli imprime slancio ed imponenza. Questa dilatazione prospettica ha indotto Sandro Bolchi, regista de “I Promessi Sposi”, a sceglierlo a rappresentazione del Castello dell’Innominato. Il suo territorio incontaminato è compreso nel Parco Naturale “Capanne di Marcarolo”. La tradizionale festa del paese coincide con la ricorrenza religiosa della Madonna del Carmine a metà luglio.  

title Filter     Mostra # 
# Titolo Articolo Autore Visite
 

Automatic Translator

Aggiungi a

Vi consigliamo:

Vi consigliamo:
Architettando
Architettando Proposte d'arredo
Mobilificio Gandino Arredamenti
Mobilificio Gandino Arredamenti
Specializzato in vendita e montaggio di precisione di CUCINE e CAMERE, si dispone di reparto FALEGNAMERIA (Dall'antica tradizione Ovadese).
Securitas S.R.L.
Consulenza in materia di igiene e sicurezza del lavoro
Travel consulting
Agenzia Viaggi



Questo sito offre dei servizi ma non riceve alcun finanziamento. Sostieni con una donazione Ovada.it


La donazione servirà a coprire le spese di gestione e migliorare i servizi.

Toolbar gratuita di Ovada.it Per essere sempre informati su notizie, appuntamenti, opprtunità.

Banner

La toolbar non contine nè virus ne spyware.